Assicurare un autocarro: consigli per risparmiare.

0

autocarro

Il mercato assicurativo è in continua evoluzione per via di pacchetti sempre più completi e capaci di garantire formule specifiche adatte ad ogni tipo di esigenza e di clientela. Polizze dunque ben strutturate e perfettamente in linea con le diverse richieste dei consumatori, quest’ultimi alla continua ricerca di prodotti economici e personalizzati in base alle singole necessità. Tra le molteplici polizze proposte dalle tante compagnie, oggi occupa uno spazio importante anche l’assicurazione per gli autocarri. In questa guida tratteremo specificatamente alcune delle caratteristiche principali proprio di questa tipologia di polizza per cercare di conoscerne il relativo funzionamento e provare a indicare le accortezze utili per stipulare un contratto conveniente. Anche se dobbiamo ammettere che le più economiche si trovano confrontando i preventivi su internet.

Chiaramente per comprendere come funziona l’assicurazione di un autocarro è necessario avere bene in mente il concetto di questo veicolo, cioè conoscerne la precisa definizione. Sostanzialmente l’autocarro non è altro che un veicolo destinato al trasporto di cose e delle persone addette all’utilizzo e al trasporto delle cose stesse. Da qui si capisce come l’autocarro sia un mezzo usato prevalentemente a scopo commerciale. Una doverosa precisazione, un punto di partenza fondamentale prima di addentarci nel delicato campo assicurativo. Un aspetto rilevante per comprendere la differenza tra una polizza per autocarro e un’assicurazione auto è riscontrabile nel modo in cui vengono calcolati i costi dei premi da pagare. Contrariamente alla polizza auto, il cui premio viene calcolato tenendo conto della cilindrata, nel caso di un autocarro il parametro preso in considerazione è la portata del veicolo espressa in quintali.

Generalmente, poi, la polizza di un autocarro annualmente copre al massimo tre sinistri, una volta superato tale limite per mantenerla attiva occorre pagare un ulteriore premio. Questo significa che, quando nel corso dell’anno si superano i tre incidenti, il costo dell’assicurazione di un autocarro può risultare molto gravoso. Tuttavia non tutte le compagnie assicurative applicano gli stessi criteri e ce ne sono alcune che addirittura garantiscono solo due incidenti all’anno. Motivo per cui è opportuno prestare le dovute attenzioni prima di passare alla stipula del contratto vero e proprio, perdere un po’ di tempo in più significa mettersi al riparo da inattese e spiacevoli sorprese future. Meglio quindi consultare le diverse compagnie, comparare le varie offerte, conoscere dettagliatamente i criteri utilizzati e tutte le clausole contrattuali previste: dai massimali ad eventuali franchigie.

Oggi lo strumento del web è un ottimo alleato del consumatore perché, attraverso internet, confrontare i preventivi è un’operazione piuttosto facile e molto più veloce rispetto alle vie tradizionali. Ormai sono numerosissime le compagnie assicurative che operano online attraverso siti specializzati e semplici da consultare, anche da parte di chi non ha una grande dimestichezza con il web. Basta navigare pochi minuti in internet per rendersi conto della grande offerta assicurativa presente online.

Solitamente per chiedere un preventivo occorre compilare alcuni appositi campi per fornire alle compagnie di settore le giuste informazioni. In genere i dati del mezzo da fornire riguardano il peso, il valore commerciale, il possesso o meno di un antifurto, il tipo di alimentazione, il tipo di merce che viene trasportata, i km percorsi nell’anno e se il mezzo viene utilizzato in proprio o per conto terzi. Importante indicare anche se l’autocarro viene utilizzato per trainare un rimorchio, in questo caso serve comunicare correttamente i dati del rimorchio stesso. Tutti dati necessari per conoscere precisamente il costo del premio del mezzo da assicurare, informazione utile prima di fare la scelta economicamente migliore e quella più consona alle personali necessità.

D’altronde considerati i costi assicurativi delle polizze italiane, notoriamente tra i più alti d’Europa, meglio fare il possibile per cercare di risparmiare qualche euro e dare così maggiore respiro alle proprie tasche. Specialmente oggi le opportunità per economizzare non mancano, importante è prestare le necessarie attenzioni anche ai piccoli dettagli.

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply