Benvenuti nella “Scampia della Toscana”. Contributo di una lettrice di Massa.

0

massa

Sono massese. Sono sempre vissuta in questa città. Diciamo che a mio malgrado conosco i massesi abbastanza bene. Noi ragazzi non abbiamo nulla a Massa. Mancano tutte (o quasi) le forme di intrattenimento che nelle altre città sono normali.

Se vuoi fare sport non hai un palazzetto perché, anche se c’è il progetto pronto non viene costruito.

Se vuoi cantare o suonare è difficile che tu riesca a farlo perché le sale prove sono a pagamento.

Le scuole sono fredde e bisogna aver paura ad entrarci perché la maggior parte sono decadenti. L’offerta formativa ti fa mettere le mani nei capelli.

Per avere un posto dove svolgere dei comuni eventi hanno dovuto occupare un edificio e farci “La casa rossa”. Massa è una città comunista per tradizione, eppure neanche i giovani comunisti avevano un centro sociale.

Le associazioni si devono arrangiare per trovare una sede.

Ci sono edifici vuoti ma molte famiglie aspettano da molto tempo una casa popolare.

Abbiamo un mare stupendo ma non un depuratore funzionante.

Abbiamo pure delle montagne stupende peccato che sono in costante pericolo per il dissesto idrogeologico.

Abbiamo il Cermec che dovrebbe smistare i rifiuti e differenziarli. Però non lo fa.

Avremmo una Marina di Massa molto meno disagiata se le forze dell’ordine intervenissero una volta chiamate. O se non ci fossero puttane e mafiosi. Oppure se per arrivare a Massa centro ci fossero degli autobus degni di tale nome.

Sarebbe una città molto bella. Peccato che come sempre accade si cerca solo di mettere pezze da per tutto.

E così, il palazzetto dello sport non si costruisce perché costa e non si cercano neppure i finanziamenti.

Dei talenti non se ne occupa nessuno. Troppo disturbo dare spazio a chi vorrebbe creare cultura a Massa.

Le associazioni continuano ad essere ospitate e a non avere spazi per le loro attività.

I monti verranno sempre giù e non si farà nulla per evitarlo e per salvare vite tranne emettere allarmi di maltempo ogni volta che arriva la pioggia.

Il mare non sarà mai pulito perché ai loro interessi non gioverebbe.

Le puttane e i mafiosi staranno sempre in giro perché le forze adibite a cacciarli e a limitarli non interverranno mai.

I ragazzi continueranno sempre a vivere nel disagio sia nelle scuole che fuori, continueranno a pensare di essere inutili e dei perdenti fino a che quei pochi ragazzi diversi vengono discriminati dagli stessi loro coetanei.

Chi fa qualcosa a Massa è discriminato a prescindere e verrà sempre criticato.

E non è vietando l’alcool da mezzanotte in poi che si risolve questa situazione. E’ cambiando la situazione di disagio che sta alla base della nostra città che si cambiano le cose.

Ma il Comune è troppo impegnato a pararsi il culo.

Benvenuti nella “Scampia della Toscana”.

 

The Phoenix

 

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply