Carrara Assemblea Permanente, aggiornamenti odierni dal presidio.

0

assemblea permanente carrara

Nuovo incontro dell’assemblea permanente che da Sabato 8 Novembre presidia la sala di rappresentanza del Comune di Carrara al fine di far dimettere l’intera giunta comunale, ritenuta responsabile dell’ultima alluvione che ha colpito il territorio Apuano. Un’amministrazione comunale che scarica le responsabilità sulla Provincia, una Provincia che le rimbalza alla Regione, ma sono responsabilità che ricadono insolute nel fango che ha ricoperto tutta la parte Est di Marina di Carrara, lasciando migliaia di cittadini che già hanno perso tutto senza nemmeno un colpevole o un’istituzione che se ne prenda il peso. L’assemblea si è data il compito di cercare tra i consiglieri la sottoscrizione a una mozione di sfiducia, oltre a quei membri che l’hanno già sostenuta, ma ha trovato solo frasi circostanziali prive di una coscienza etica e morale, ripetute pedissequamente sulla base di una scontata quanto, a nostro avviso, ipocrita linea comunale. Molteplici sono invece le mancanze del Comune e queste non si limitano esclusivamente al torrente Carrione, che già di per se presenta molteplici punti di criticità, ma partono dal bacino marmifero a monte fino ad arrivare alla zona litoranea. Solo nella giornata di ieri sono stati individuati sul territorio ben due smottamenti non ancora posti sotto l’attenzione degli organi preposti, e segnalati invece dal Tavolo Tecnico dell’assemblea direttamente ai Vigili del Fuoco per la messa in sicurezza. L’assemblea oltre che sul fronte tecnico operativo si muove anche in forma attiva nell’affrontare l’emergenza cittadina delle zone alluvionate, tramite squadre di volontari che si mettono a disposizione in molteplici attività: dalle opere di pulizia delle case, alla raccolta e lo smistamento di materiale di prima necessità, oppure veicolando decine di richieste d’assistenza che pervengono quotidianamente sulle piattaforme social network che contano oramai migliaia di iscritti, incentivando e promuovendo una cultura del mutuo soccorso anche attraverso la forma del baratto. Il presidio si sta adoperando per l’organizzazione di una manifestazione, pacifica e apartitica, al fine di portare questa giunta alla consapevolezza che quelle responsabilità le debbano raccogliere dal fango e metterle sulla coscienza. Al momento la data, il luogo e le modalità della manifestazione sono ancora al vaglio dell’assemblea.

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply