Decreto ruote: le nuove regole su cerchi e light tuning.

0

ruota

Gli appassionati di tuning e di personalizzazione dei cerchi potranno scegliere le ruote da montare sulla propria auto senza essere necessariamente costretti a montare quelli della casa produttrice del veicolo o a chiedere il nullaosta.

Il decreto 20/2013, entrato in vigore il 10 ottobre 2015, consente a ciascun automobilista di montare sulla propria vettura ruote diverse rispetto a quelle che figurano nel proprio libretto di circolazione purché omologate NAD (omologazione italiana rilasciata dal Ministero dei Trasporti) o ECE 124 (omologazione europea) semplificando così la procedura relativa all’installazione di ruote speciali. Il numero di omologazione (ad esempio NAD12….) dovrà essere visibile anche a pneumatico installato.

Con il decreto non sarà più possibile commercializzare ruote non omologate: si rimedierà in questo modo a una confusione esistente in precedenza nel settore dell’aftermarket e alla tutela della sicurezza della circolazione evitando l’immissione sul mercato di prodotti privi dei requisiti necessari.

A quali vetture si applica il decreto?

Il Decreto riguarda le auto (categoria M1) e i fuoristrada (M1G) destinati al trasporto di persone che abbiano almeno quattro ruote e non più di 8 posti a sedere, escluso il sedile del conducente.

Sulla propria vettura è possibile montare delle ruote qualsiasi?

No, è necessario che nel campo d’impiego delle ruote omologate sia presente il modello di automobile sul quale andranno montati i cerchi. Il campo di impiego è un documento rilasciato dal costruttore del sistema ruota omologato nel quale sono contenute tutte le informazioni relative alle vetture e alle condizioni per una corretta installazione.

Cosa fare per verificare se determinati cerchi possono essere montati sulla propria vettura?

Gli automobilisti potranno rivolgersi al gommista di fiducia, a un rivenditore specializzato oppure consultare i siti di vendita online in cui è possibile trovare cerchi o la ruota intera omologata dall’azienda produttrice per alcuni tipi di vetture (che figurano nel campo d’impiego). Occorre inoltre verificare quale pneumatico è possibile montare sulla nuova ruota.

Quando è necessario aggiornare la carta di circolazione?

Se il nuovo sistema ruota prevede degli pneumatici presenti già nella Carta di circolazione non occorre fare nulla, ma soltanto portare con sé il certificato di conformità e la dichiarazione di corretto montaggio, che devono essere rilasciati dall’installatore. L’assenza a bordo di questi documenti comporta una sanzione amministrativa. Se invece si montano pneumatici di dimensioni diverse rispetto a quelli presenti nella Carta di circolazione, occorre presentare una domanda presso gli uffici della Motorizzazione civile della provincia in cui è stato effettuato il montaggio per aggiornare la Carta di Circolazione. Per la domanda sono richiesti esclusivamente la dichiarazione di conformità e quella di corretto montaggio.

Quali pericoli si corrono se si circola con cerchi non omologati?

Il decreto non è retroattivo, per questa ragione se si circola con cerchi non omologati, ma previsti nel libretto di circolazione del veicolo non si rischia nessuna sanzione amministrativa, ma non si evitano comunque i pericoli connessi alla qualità dei cerchi montati sulla vettura.

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply