Inciviltà e mancanza di pudore: un binomio perfetto per la nostra realtà.

0

matteo valenti inaugurazione(Foto: M.P.)

Impulsi a scappare dal proprio nido, a non uscire di casa o, meglio, evadere da questa dura realtà. Certamente è una situazione che è fuori controllo da un tempo chissà quanto lungo e continua imperterrita ad andare indietro, proprio come uno stormo di gamberi alla deriva verso mare.
Il vile e vergognoso atto nei confronti della banchina memoriale di Matteo Valenti, inaugurata appena lo scorso 12 Novembre in occasione del decennale della scomparsa del ragazzo, rappresenta una sola faccia del Cubo di Rubik del peggior degrado societario per la città di Viareggio.

panchina valenti(Foto: Stefano Piccolomini)

Lo sconforto per i genitori di Matteo è arrivato nel pomeriggio di Domenica, grazie alle molteplici segnalazioni di amici e conoscenti incontrati durante il corso mascherato di Carnevale. La madre Gloria Puccetti ha dichiarato il proprio dispiacere per questo ignobile gesto, secondo accanimento dall’inaugurazione, condannandolo fermamente. Aldilà della chiara questione morale su questo tema, dobbiamo sottolineare anche la questione economica che sta dietro alle opere d’arte realizzate, in questo caso il carrista Libero Maggini. Al momento nessun responsabile è stato identificato.

Questo episodio deve essere utile per una chiara riflessione per la situazione odierna che si respira in città.
 
NON RISPETTO DELLE REGOLE DELLA SOCIETA’ CIVILE.Uscire per Viareggio, sopratutto in vari ambienti di movida, può comportare notevoli rischi per la propria incolumità. Sono sempre più frequenti le risse (sopratutto nei periodi di piena, come il carnevale o l’estate), spesso scatenate volontariamente o per futili motivi. Il caso che ha portato all’omicidio di Manuele Iacconi negli scorsi mesi, sembra che non abbia minimamente scosso gli ambienti che vanno più a nozze con l’inciviltà e il degrado vigente, anzi..
Vi sono problematiche sul non rispetto del decoro urbano e il pessimo esempio è stato il rovesciamento delle panchine ed aiuole ubicate nella zona mercato. Un eccessivo abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, col fenomeno dello spaccio dilagante in troppi punti della città (pinete, stazione e Darsena in primis). Infine abbiamo l’omertà che rappresenta un fattore comune che non aiuta a ristabilire quell’ordine, atteso da lungo tempo, forse inutilmente, dai pochi viareggini onesti che continuano a sopportare ogni giorno, con sensazione di puro disagio, il calpestamento e maltrattamento della realtà in cui vivono…

About Author

Avatar

Matteo Provvidenza è nato 25 anni fa a Viareggio. Nel Maggio 2012 ha fondato e redatto il blog di informazione indipendente 'Viareggio Free World' fino al Luglio 2013. Attualmente è redattore principale e fondatore di VFW Project, nato dalle ceneri del precedente, il quale si sta rivelando punto di riferimento per l'informazione indipendente locale.

Leave A Reply