Inside Kazakistan. Dentro al padiglione di EXPO 2015, verso EXPO Astana 2017.

1

padiglione kazakistan

Si è concluso ieri EXPO Milano 2015 dopo sei mesi di apertura al pubblico pagante. Andando oltre i negativi retroscena e altre problematiche correlate a questo evento, l’articolo di oggi sarà su questo tema. Il Bureau International des Expositions ha assegnato le medaglie d’oro, d’argento e di bronzo ai padiglioni più belli di Expo. Tra quelli di misura grande sono risultati in testa alla classifica, nell’ordine, Giappone, Corea e Russia per la categoria design. Germania, Angola e Kazakistan per lo sviluppo del tema. Francia, Bahrein e Cina per architettura e paesaggio.

Dopo la mia personale visita di inizio Ottobre, ho deciso di descrivere l’esperienza di visitatore del padiglione del Kazakistan, indubbiamente uno tra i più visitati dell’esposizione universale meneghina.

La coda.
Consapevole che la mia giornata di EXPO non sarebbe stata ripetibile nelle successive settimane, durante il giorno di visita ho preferito visitare stand dalla minor coda possibile, raggiungendo la cifra di 43 timbri sul passaporto ufficiale del visitatore. Dopo la visita al padiglione del Nepal, ho deciso di avventurarmi nell’enorme coda del padiglione kazako. Arrivato poco prima delle ore 19, la lunga fila fatta a serpentello (simile al celebre gioco “Snake” della Nokia di inizio anni 2000) è durata circa due ore e mezza, accompagnati da una serie di balli e canti tipici del paese ex sovietico.

L’ingresso al padiglione.

Nel video si può vedere una breve storia del Kazakistan, realizzato con una particolare opera d’arte di notevole qualità

Il Kazakistan è un paese transcontinentale, a cavallo tra Europa ed Asia, ricomprendendo nel suo territorio il fiume Ural, che generalmente è accettato come confine tra i due continenti. Secondo alcune definizioni, che tengono conto unicamente di criteri geo-politici, si tratterebbe di uno Stato completamente asiatico. Con i suoi 2,7 milioni di km², il Kazakistan è al nono posto tra i più vasti paesi del mondo e ha una superficie pari circa a quella dell’Europa occidentale. Il suo confine con la Russia, a nord e a ovest, lungo 6846 km, è uno dei più lunghi al mondo, secondo solo a quello tra Canada e Stati Uniti.


Fotogallery della sala principale:

  IMG_1502
Nursultan Nazarbayev. Presidente del Kazakistan dal 1990

IMG_1512

Immagine del Lago d’Aral. La storia del lago scomparso ubicato tra Kazakistan e Uzbekistan (seguirà un articolo di approfondimento).

IMG_1511

Statua d’oro del cavallo. Gli equini rappresentano la risorsa da allevamento più importante del Kazakistan. Durante il tour veniva offerto un assaggio di latte di cavalla.

IMG_1513

Storioni del Kazakistan. Questo pesce diffuso nelle acque kazake del Mar Caspio è l’ingrediente da cui viene ottenuto il pregiato caviale da questo paese. Un tempo il pesce veniva ucciso per ottenere il caviale, attualmente viene utilizzato un metodo che non comporta l’uccisione.

IMG_1516

Sistema di controllo a drone per le coltivazioni. Viene realizzato per tenere sotto controllo e annientare i parassiti del grano e di altre coltivazioni nel paese.

Video in 4D. Verso EXPO Astana 2017

EXPO 2017


L’ultima tappa del nostro tour è rappresentata da una spettacolare rappresentazione in 4D. All’interno si è potuto apprezzare la bellezza di questo sistema ad alta tecnologia, che ci ha mostrato il bello del Kazakistan, visitando gli innumerevoli panorami del grande paese e introducendoci ad EXPO ASTANA 2017. Expo Astana 2017 (in kazako Астана ЭКСПО-2017) è prevista e programmata nel periodo compreso fra il 10 giugno e il 10 settembre 2017. Il tema scelto dagli organizzatori, Future Energy, “Energia del Futuro”, toccherà temi relativi alla produzione responsabile ed efficiente di energia nell’immediato futuro e al rapporto con l’ambiente, con particolare riferimento alle energie rinnovabili. È stato presentato un progetto per un sito da 25 ettari e un programma che prevede la partecipazione di più di 100 Paesi e circa 6 organizzazioni internazionali, per una platea da 7 milioni di visitatori. Sarà la prima volta che un Paese centro-asiatico ospiterà una esposizione internazionale.

About Author

Avatar

Matteo Provvidenza è nato 25 anni fa a Viareggio. Nel Maggio 2012 ha fondato e redatto il blog di informazione indipendente 'Viareggio Free World' fino al Luglio 2013. Attualmente è redattore principale e fondatore di VFW Project, nato dalle ceneri del precedente, il quale si sta rivelando punto di riferimento per l'informazione indipendente locale.

1 commento

  1. Avatar

    A mio parere il padiglione di una nazione estera più bello dell’Expo … o perlomeno di quelli che sono riuscito a visitare, le code non permettevano miracoli!

Leave A Reply