IV giornata nazionale “Sfratti Zero”. Sabato 10 Ottobre.

0

Sabato 10 ottobre 2015 si svolgerà in tutta Italia la IV giornata nazionale “sfratti zero”, in oltre 50 città italiane, sindacati, movimenti, comitati, associazioni, partiti, amministratori di enti locali, consigli comunali e municipali promuoveranno iniziative per sostenere politiche pubbliche di contrasto agli sfratti, per il passaggio da casa a casa e per l’aumento dell’offerta di alloggi a canone sociale riportando all’uso l’immenso patrimonio pubblico, demaniale civile e militare che è inutilizzato. A Viareggio ci sarà un corteo popolare che sfilerà per le vie del centro, nella zona mercato; il ritrovo è alle 16:00 davanti al Cinema Centrale. Ogni realtà che aderisce e sarà in piazza, avrà la possibilità di fare volantinaggio, striscioni, raccolta firme o qualsiasi altra forma di propaganda sul tema che tratta e per il quale si batte da anni, perché crediamo che sia giunta l’ora di unire le lotte e far conoscere alla città cosa sia l’autorganizzazione e come ogni vertenza è collegata da un filo comune e che solo tramite la resistenza e le lotte potrà non spezzarsi mai.
A Viareggio, da ormai diversi anni, questa data è l’occasione per ribadire a gran voce quella che è stata la risultante di decine e decine di lotte per il diritto all’abitare, per richiedere un piano casa basato sulla giustizia sociale e l’arresto di politiche tampone che non fanno fronte all’emergenza abitativa.
Il rapporto con il mondo del lavoro, che vorremmo diventasse un forte legame dettato dalla collaborazione e dal sostegno nelle lotte, è strettamente correlato con il tema casa. Sempre più famiglie si rivolgono al nostro sportello confessandoci di aver perso il lavoro, o di aver avuto una riduzione nello stipendio, questo causa l’impossibilità di pagare l’affitto che fino ad ora si era riusciti a elargire al proprietario. Partendo quindi dallo slogan “SE PERDI IL LAVORO PERDI LA CASA” vorremmo che le lotte per il lavoro e per il diritto all’abitare siano composite da un’unica classe, quella degli sfruttati che si ribellano allo sfruttatore.
Per questo la manifestazione verrà allargata non solo al tema casa, ma anche all’opposizione sulla riforma del lavoro “Job Acts” del Governo Renzi e al sostegno dei lavoratori e delle lavoratrici di Viareggio che, sia nel settore pubblico (vedi partecipate) che nel settore privato (vedi cantieristica e catene di grandi marchi), stanno subendo un grave attacco ai propri diritti, causato dal debito economico-finanziario nel quale Viareggio è sprofondata e per il quale non debbono pagarne le spese i cittadini e i lavoratori.
Quest’anno andremo anche oltre casa e lavoro, perché intendiamo invitare in piazza tutte le categorie che si battono per il diritto all’istruzione e alla sanità pubblica, perché mai come in questo periodo, l’attacco a studenti e professori sferrato dalla “Buona Scuola” e i tagli alla sanità, prodotti dal Governo Renzi e dal Presidente della Regione Rossi, che mineranno la garanzia di un servizio sanitario pubblico efficiente e di qualità, produrranno l’acutizzarsi di un mal contento tangibile sulla pelle delle persone nella vita di tutti i giorni. A Viareggio sono rincarate le rette degli asili, le scuole cadono a pezzi, il servizio scuolabus non è garantito, i distretti ASL rischiano di scomparire, il compartimento sanitario verrà dimezzato per lavoratori e strutture e tutto passa sotto gli occhi attoniti di una popolazione che non vuole rimanere indifferente a questi soprusi.
Scendiamo in piazza anche per ribadire il nostro concetto di società aperta, priva di confini e di differenze razziali, una società che accoglie i migranti e che si impegna ad aiutare chi scappa dalla fame e dalle nostre bombe. Scendiamo in piazza per una società che si rifiuta di morire di tumore per le decine di antenne telefoniche che vengono posizionate a nostra insaputa sopra le nostre case, vogliamo che i soldi dei contribuenti vengano redistribuiti per i servizi che ci spettano e non per progetti speculativi come SILOS o Assi di “inutile” Penetrazione e rivendicheremo il diritto ad avere una società dove il lavoro, la casa, la sanità, l’istruzione e la salvaguardia ambientale, siano i beni comuni di una intera comunità, che di fronte agli attacchi dei politici e della speculazione, si rifiuta di essere sottomessa.
Per adesioni o info mandare mail a unioneinquilini.viareggio@gmail.com o chiamare 3337264898

Unione Inquilini Viareggio
Brigata Sociale Anti Sfratto

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply