La scelta del broker: come cominciare al meglio la propria attività di trading online

0

trading

Per chi si vuole avvicinare al mondo del trading online il primo passo consiste nella scelta del broker. Si tratta della società di intermediazione che si occuperà di piazzare gli affari a nostro nome. Per utilizzare la piattaforma di trading di un broker ci si deve iscrivere e si deve aprire un conto, su cui si verserà il capitale che si intende utilizzare. In genere i trader alle prime armi tendono a versare sul loro nuovo conto cifre inferiori ai 400 euro, conviene però ricordare che, per poter effettuare il trading online in modo remunerativo è necessario prevedere di investire, inizialmente, almeno 1.000-1.500 euro.

Come si sceglie il broker


In rete ci sono decine di broker disponibili, che non aspettano altro che un nuovo trader. Queste società guadagnano ogni volta che un trader fa una qualsiasi operazione, quindi per loro è importantissimi avere sempre nuovi clienti attivi. Per un broker è importante anche che i suoi clienti continuino la loro attività di trading online. Per questo motivo tutti i siti delle società di brokeraggio mettono a disposizione dei loro clienti guide di ogni genere, e, in alcuni casi, anche dei tutor personali, che li aiuteranno negli affari. Volendo si può decidere di aprire il proprio conto sul broker che ci impressiona con le migliori guide e con i corsi più interessanti. Del resto spesso questi siti propongono del materiale aggiuntivo per i clienti registrati e attivi nel trading online: se le guide aperte a tutti ci sono sembrate interessanti, ci serviranno molto anche quelle appositamente studiate per i clienti. Inoltre molto spesso i broker predispongono dei tutorial appositamente cuciti sulle esigenze del singolo trader.

Utilizzare le risorse in rete

Volendo è anche possibile valutare ogni singolo broker approdando sul suto sito, che andrà esaminato in ogni sua parte. Visto che i siti di brokeraggio presenti online sono molti, per effettuare questo tipo di attività occorrono molte ore. Per fare prima si possono sfruttare i siti dedicati alle recensioni sui broker. La gran parte di questi siti riporta informazioni aggiornate e chiari elenchi di pregi e difetti di ogni singolo broker. A volte tali informazioni sono suddivise in pratiche tabelle, che si possono leggere anche con un solo colpo d’occhio, senza bisogno di una consultazione approfondita. Per fare un esempio si può visionare la pagina https://www.blogfinanza.com/forex-online/14694-plus500-recensione-conto-demo-e-opinioni/, totalmente dedicata alla piattaforma Plus500. Questo tipo di siti riporta spesso anche interessanti opinioni degli utenti che hanno potuto già apprezzare le qualità dei diversi broker: si tratta di informazioni di prima mano, particolarmente utili. In rete ci sono anche forum totalmente dedicati al trading online, dove ci si può confrontare sugli argomenti più vari e dove si possono anche porre domande specifiche riguardo ai diversi broker disponibili online.

I bonus


La stragrande maggioranza dei broker propone diverse tipologie di bonus ai suoi clienti, che possono essere anche particolarmente interessanti. Uno dei bonus più graditi dai trader è il cosiddetto bonus di ingresso, praticamente fornito da qualsiasi broker: una cifra in denaro che viene versata sui nuovi conti, utile per fare i primi affari. Il bonus è spesso direttamente proporzionale alla cifra versata inizialmente anche se alcuni broker versano alcune decine di euro ad ogni cliente, anche a quelli che non hanno ancora riempito il proprio conto con degli euro. In molti casi tali soldi sono utilizzabili esclusivamente per fare investimenti, quindi non si possono ritirare, se non dopo un certo intervallo di tempo, o una soglia minima di affari effettuati. Un altro bonus molto gradito ai trader è la possibilità di sfruttare un conto dimostrativo, anche detto conto demo. Si tratta di un conto, che può contenere anche qualche centinaio di euro, che può essere utilizzato liberamente dal trader. I soldi presenti sono in effetti virtuali, quindi non si rischia di perdere o di guadagnare nulla. Il conto demo serve però per provare a fare qualche affare, con la tranquillità di non utilizzare soldi propri. Anche i trader più esperti spesso utilizzano in conti demo, soprattutto per testare nuove strategie di trading, in modo da poterle provare senza compromettere in alcun modo i loro guadagni. Visto che per apprendere alcune metodologie di azione è necessario ripeterle a lungo, la disponibilità di un conto demo può risultare discriminante nella scelta del broker presso cui aprire un conto.

I segnali di trading

Alcuni broker propongono ai loro clienti dei conti gratuiti, mentre altri sono a pagamento. I conti per cui si paga un abbonamento, o una cifra per ogni attività svolta, spesso offrono però anche qualche bonus aggiuntivo. Uno dei più interessanti è costituito dai segnali di trading. Si tratta di veri e propri suggerimenti sugli affari da svolgere nel prossimo futuro. In pratica il broker mette in gioco tutte le sue conoscenze per dare delle dritte ai trader che operano tramite lui, in modo da consigliare degli affari particolarmente sicuri o remunerativi.

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply