Rassegna di notizie politiche da Massimiliano Baldini (da fine settembre a oggi).

0

baldini

GIUNTA DEL GHINGARO: “CENTO GIORNI DI VACANZA AL MARE” !

E’ più che comprensibile che in giro per la città ci si lamenti sempre di più di questa Amministrazione.
Non solo i rappresentanti del mondo dell’economia come Bellotti, come Donzella, come altri esponenti di primo piano del Consorzio della Passeggiata che lamentano la chiusura di Burger king e la perdita dei posti di lavoro a causa di affitti troppo cari, ma gli stessi sindacati dei lavoratori, la macchina comunale dei dipendenti, fino al cittadino comune per la strada o la mattina al bar, sono tutti “un bugnare” di questo Sindaco di Capannori.
Facciamo due conti. 15 giugno – 30 settembre, “100 giorni” di Giunta e maggioranza Del Ghingaro:
– 4 Consigli Comunali: uno di insediamento (2 luglio), uno per la nomina delle Commissioni fatto convocare dalle minoranze di urgenza (22 luglio) altrimenti non c’erano nemmeno le Commissioni, uno (14 settembre) per discutere atti di gestione quando la Viareggio Patrimonio era già fallita tre giorni prima, uno (28 settembre) per il saluto istituzionale del Prefetto di Lucca alla città.
Totale delibere approvate, sostanzialmente zero se si considera che anche quelle sulla gestione degli impianti sono “tamquam non esset” e andranno ridiscusse con il Curatore Fallimnetare alla luce del concesso esercizio provvisorio di ieri !
Con le Commissioni – perfetta cartina di tornasole del nulla della Giunta – ancora peggio. Faccio alcuni esempi:
– Commissione Sicurezza e Polizia Municipale: mai riunita, nemmeno per la nomina del Vice Presidente.
Evidentemente – “Presidente Bellotti e Presidente Donzella – per la maggioranza del Ghingaro, a Viareggio e Torre del Lago, non c’è niente da dire e da fare in termini di sicurezza !
– Commissione Cultura: “idem con patatine”, mai riunita, nemmeno per la nomina del Vice-Presidente.
Si vede che al Pucciniano ed al Carnevale va tutto bene !
– Commissione Turismo, economia e porto: una riunione, il 7 agosto, su richiesta del sottoscritto.
Anche qui, niente da dire dal Presidente Guardi e dalla Vice Consani, malgrado al porto stia succedendo di tutto in vista del concordato, malgrado si parli di porto a ponente e la dialettica non manchi a cominciare dai balneari, malgrado i proventi della tassa di soggiorno, l’Unione dei Comuni, il Polo Nautico e mille altri problemi che non sembrano sfiorare minimamente i pensieri di alcun Consigliere Comunale di maggioranza. “Belle statuine” !
– Commissione Bilancio: due riunioni. Una l’ha richiesta il sottoscritto (7 agosto), l’altra (11 settembre), inutile, discussa dall’Assessore Servetti mentre (a sua insaputa ?) il Tribunale decreta il fallimento della Viareggio Patrimonio !
Insomma, il nulla di nulla !
Al contrario, funzionano e si riuniscono la Commissione Statuto e la Commissione Controllo . . . . . presiedute dalla minoranza !
Mi chiedo, l’Amministrazione Del Ghingaro ha svolto cento giorni di governo o cento giorni di vacanza al mare ?

DOPO UN ANNO I CITTADINI HANNO DIRITTO DI SAPERE A QUANTO AMMONTA IL DISSESTO DELLA LORO CITTA’ !

Un anno fa – il 2 ottobre 2014 – il Consiglio Comunale di Viareggio votò la dichiarazione dello stato di dissesto.
Fu una storia strana: infatti la minoranza presente in Consiglio non partecipò al voto e nelle file della maggioranza non erano pochi quelli che non condividevano la scelta. Chi votò il dissesto, a mio personale avviso, lo fece più per motivazioni legate agli equilibri politici del momento che per una reale convinzione che quella strada fosse giusta contabilmente. Fu l’estremo tentativo di salvare una Giunta che poi, al contrario, fu tradita dai suoi – ripeto dai suoi – fino in fondo.
Oggi, a distanza di un anno e malgrado una normativa che prevederebbe regole rigide, siamo ancora in alto mare.
Troppo tempo, troppo tempo davvero, perchè i viareggini ed i torrelaghesi sappiano quanti debiti sono stati fatti da chi ha amministrato la città in questi venti anni.
C’è una evidente resistenza – non sono io a dirlo ma scaturisce con facilità dai rilievi del Ministero – nel conteggiare definitivamente la massa passiva del Comune.
E’ inaccettabile !
E’ inverosimile che dopo un anno, malgrado Corte dei Conti, Mef, Osl, Ministero degli Interni, non sia dato sapere a quanto ammonta il buco del Comune di Viareggio.
Del resto che vi siano le “sabbie mobili” l’hanno detto e ripetutamente anche i Revisori dei Conti che, malgrado il loro ottimo lavoro, si sono dovuti scontrare con mille problemi di natura diversa.
Ed anche l’Amministrazione Del Ghingaro ci ha messo subito del suo perchè smantellare l’ufficio ragioneria che aveva svolto un ottimo lavoro a mezzo di professionalità serie e competenti è stato un errore grossolano ed imperdonabile.
Una situazione che ha costretto l’OSL a chiedere la proroga ma che ha determinato anche un richiamo affinchè tali compiti siano portati in fondo con celerità ed efficacia.
Sotto questo profilo, premesso il massimo rispetto per l’organismo e per le sue competenze, credo però sarebbe stato più utile un rapporto di maggiore collaborazione come anche il sottoscritto ha cercato di intavolare senza successo.
A questo punto però è necessario cambiare marcia perchè è passato un anno e i cittadini vogliono sapere per filo e per segno quale sia l’entità del dissesto del loro Comune.
Ed aggiungo, vogliono sapere anche di chi sono le colpe !


RIBADISCO LA SOLIDARIETA’ A BINDOCCI !

Di fronte alle notizie riguardanti il Segretario Versiliese della CGIL, non posso che ribadire la solidarietà mia e del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini a Massimiliano Bindocci.
Professionista serio e preparatissimo, non solo ha dimostrato di servire il mondo del lavoro ed il territorio della Versilia con sensibilità notevoli ma – ed è il pregio più grande – è sempre riuscito ad essere uomo dalla grande capacità di dialogo con tutte le posizioni, anche le più distanti, maturando sul campo una stima ed un’amicizia profonda da parte di tutti e non solo dei lavoratori.
Viareggio e la Versilia hanno bisogno dei Bindocci come in passato c’è stato bisogno degli Antonioli !
In bocca al lupo Massimiliano, sono certo che ci ritroveremo quanto prima a parlare del mondo del lavoro e delle esigenze di questo settore che tanto sta soffrendo in questo momento.

LE QUERELE SONO PRIVE DI FONDAMENTO: SI PENSI INVECE ALLE AZIONI DI RESPONSABILITA’ VERSO GLI AMMINISTRATORI DEL DISSESTO !

Per quanto ci riguarda, giudichiamo le dichiarazioni del Sindaco Del Ghingaro – carte (e non discorsi) alla mano – prive della benchè minima fondatezza giuridica e tali da rasentare più la dimensione della fantasia che quella del costrutto concreto.
Non vi è in alcun atto od intervento che ci abbia riguardato, in qualsiasi contesto pubblico o privato, la benchè minima ombra di diffamazione od ingiuria nei confronti di nessuno, tantomeno del Sindaco.
Al contrario, sotto questi profili, una riflessione attenta meriterà farla riguardo ben diversi scritti e comportamenti posti in essere dal primo cittadino in talune occasioni, decisamente valutabili in sedi diverse da quelle amministrative e dove la parte lesa  agirà se necessario.
Chiarito quanto sopra e pronti a dimostrarlo in ogni sede dove, in ipotesi di contenzioso, chiederemo al Sindaco il risarcimento del danno da destinare ai lavoratori licenziati in questa città, non vorremmo invece che l’intento di Giorgio Del Ghingaro nel continuare ad utilizzare l’arma dello scontro, del litigio e della minaccia di querele fosse quello di intimidire i Consiglieri Comunali di opposizione che ogni giorno, con serietà e correttezza, mettono in evidenza la sua incapacità ad affrontare ed a confrontarsi sui problemi della citta’.
Colpisce infatti “ad occhio nudo”, vista la verve giudiziaria che anima Del Ghingaro in questi giorni, che il medesimo, però, non abbia ancora dato luogo alle azioni di responsabilità verso gli amministratori che ci hanno portato al dissesto comunale.
Chissà perchè da una parte si pensa a querelare chi legittimamente fa opposizione ma dall’altra nulla si dice riguardo ai vari responsabili del deficit del Comune di Viareggio ?
Ad ogni modo, fatto tesoro anche delle specifiche dichiarazioni del Prefetto di Lucca in Consiglio Comunale qualche giorno or sono, ci confronteremo con le altre forze dell’opposizione per valutare ed assumere ogni iniziativa politicamente e giuridicamente utile alla tutela delle nostre prerogative, in alcun modo suscettibili di limitazione da parte di chicchessia ed anzi ulteriormente rafforzate da questa ennesima sceneggiata.

Massimiliano Baldini (Movimento Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini)

Maria Pacchini (Lega Nord)

Alfredo Trinchese (Lega Nord)
LA CITTA’ VUOLE PARLARE DEL DISSESTO E NON DELLE TESSERE DEL PD !

Sinceramente, soprattutto a Viareggio, i cittadini sono decisamente stanchi di assistere alle polemiche politiche di Del Ghingaro, della Granaiola e di quant’altri – iscritti o meno al PD non l’ho capito e non mi interessa –  chiedono quotidianamente riconoscimento da quel partito e si lamentano di non riceverlo ad ogni pie’ sospinto come se questo fosse il problema dei problemi della città !
Cosi’ come siamo stanchi di assistere ad un Sindaco che, ogni giorno, litiga e polemizza con tutti fino alla minaccia delle querele !
Litiga con il collega Del Dotto di Camaiore, litiga con la Conferenza dei Capigruppo di Viareggio, litiga con i Consiglieri Comunali, litiga con la CGIL ed appunto litiga con il PD a Viareggio, in Versilia ed a Lucca dove ha addirittura trovato il tempo – chissà come con i problemi che abbiamo – per ispirare una lista provinciale in dissenso, poi non ammessa per irregolarità.
Siamo stufi perche’ a Viareggio ed a Torre del Lago c’e’ bisogno di risolvere i problemi ed, invece, si perde tempo in questioni che niente hanno a che fare con l’azione amministrativa.
E’ un andazzo che peraltro sta contagiando l’intera maggioranza !
Volete sapere di cosa si è occupata la Conferenza Capigruppo di questa mattina ?
Ebbene siamo stati costretti a discutere ancora una mattinata sull’orario dei Consigli Comunali perche’ di sera qualcuno non vuole farli e – dulcis in fundo – sull’iscrizione o meno del Consigliere De Stefano al Gruppo Consiliare PD, argomento che, per quanto “comico e salottiero”, non dovrebbe interessare certo tale organo.
Intendo quindi richiamare il Sindaco, il Presidente del Consiglio e la maggioranza tutta a tornare sui problemi concreti che ci attendono ed a farla finita con le tessere del PD alle quali, chi fosse interessato, potrà in altri luoghi rivolgersi !
Vogliamo invece parlare dei problemi del dissesto e per questo chiediamo che sia rispettata la mozione che prevede la fissazione di un Consiglio Comunale sul dissesto entro la fine di ottobre, vogliamo parlare dei problemi della sicurezza che anche la recente sentenza Iacconi non ci deve far dimenticare, vogliamo parlare dei problemi delle attività commerciali, dei problemi dell’occupazione a cominciare da quella Polo Nautico sulla quale e’ calato un silenzio sconcertante, della tassa di soggiorno, dell’Unione dei Comuni, del Pucciniano, del Carnevale e quant’altro.
L’indicazione del Prefetto di Lucca in seno allo stesso Consiglio Comunale – lo ricordo a chi avesse dimenticato – fu un chiaro invito a tutti, nel rispetto delle regole, a lavorare sui problemi concreti di Viareggio e Torre del Lago Puccini !

 

 

 

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply