Rassegna di notizie settimanali dal sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro.

0

GDG E

CALENDARIO UNICO DEGLI EVENTI: A VIAREGGIO L’INCONTRO FRA GLI ASSESSORI DEI 7 COMUNI DELLA VERSILIA.
ODT GOVERNANCE DEL TURISMO VIAREGGINO

Iniziare a pensare un calendario unico e condiviso, una serie di eventi di qualità che coinvolgano le associazioni del territorio e che abbiano ricadute positive, sia in termini di presenze che di promozione.
Questo l’obiettivo dell’incontro fissato per il 24 settembre prossimo alle 10 nella sala Matteo Valenti del palazzo Comunale, al quale sono stati invitati tutti gli assessori con delega al turismo e alla cultura, dei comuni della Versilia.
Un incontro voluto dagli assessori del comune di Viareggio Rossella Martina e Valter Alberici: «Un invito – commentano – che speriamo venga raccolto da tutti. Siamo sette Comuni ognuno con le sue peculiarità, ma accomunati da una vocazione turistica consolidata. Mare, monti, concerti, serate più o meno mondane: sette calendari che ogni estate vengono messi insieme e richiamano visitatori da ogni parte d’Italia e del mondo».
«Tuttavia i tempi cambiano e per stare al passo con le esigenze e le richieste dei turisti come di chi col turismo ci lavora, l’Amministrazione comunale di Viareggio ritiene indispensabile fare un passo in più: superare personalismi e logiche di profitto locali per guardare oltre e più avanti e pensare un piano di eventi ragionato per l’anno 2016».
«Un obiettivo – concludono – che può essere raggiunto solo attraverso un coordinamento di tutti gli attori e le risorse».
A livello comunale invece, l’assessore Alberici va avanti nel suo progetto teso a valorizzare ulteriormente il ruolo dell’Osservatorio Turistico di Destinazione: «Deve arrivare ad essere una vera e propria governance del turismo viareggino – commenta -, che dovrà trovare le forme organizzative più fluide per poter da un lato essere interlocutore attivo per la Regione Toscana, dall’altro soggetto attivo per il turismo che cambia».
«Dobbiamo metterci intorno a un tavolo – concludono gli assessori – portare ognuno le proprie esperienza, vagliare cosa possiamo offrire. Insomma collaborare metta in rete tutte le forze che sono sul territorio».

 

NOMINE SEA: IL SINDACO DI VIAREGGIO GIORGIO DEL GHINGARO COMMENTA: «MI CHIEDO, DEL DOTTO HA LETTO CON LA DOVUTA ATTENZIONE GLI ATTI?»

«Ho letto spesso dichiarazioni avventate ed isteriche di Del Dotto nei miei confronti su vari argomenti. Ho sempre evitato di rispondere perché, da lì a poco sapevo che i fatti lo avrebbero smentito e così è stato in tutti i casi da lui improvvidamente sollevati – commenta Del Ghingaro -. Questa volta, visto che trattasi di offese gratuite e di interpretazioni della norma a dir poco fantasiose,  peraltro fatte da uno che dovrebbe intendersene, preferisco puntualizzare alcune cose, per dargli modo di andarsi a ripassare un po’ di articoli e di commi, che probabilmente nella foga e nella fretta di scrivere qualcosa tanto per dire “ci sono anch’io”, ha sbadatamente dimenticato».
Non usa mezzi termini il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro riguardo le accuse mosse dal sindaco di Camaiore in merito alle nomine Sea.
Del Dotto infatti, questa mattina, ha protocollato una comunicazione che ha come oggetto “Invalidità delle delibere di nomina degli amministratori assunti all’assemblea dell’8 Settembre u.s.”: con tale documento si eccepisce, con riserva di ulteriore azione ed iniziativa, l’invalidità delle dette nomine e si chiede “di assumere gli atti e le iniziative conseguenti”, ciò in quanto, sempre secondo Del Dotto, le nomine sarebbero state fatte in violazione dell’art. 16 dello Statuto della Società Sea Ambiente s.p.a., nonché dei Patti Parasociali intervenuti tra il Comune di Viareggio ed il Comune di Camaiore.
«La nomina che è stata fatta – precisa Del Ghingaro – è una mera sostituzione dei consiglieri dimissionari, così come previsto dallo Statuto che dai Patti Parasociali, che vogliono il presidente e consigliere entrambi scelti tra i membri espressione del Comune di Viareggio».
La deliberazione infatti così recita: «l’Assemblea …. delibera: 1) di nominare come membro del Consiglio di Amministrazione in sostituzione del Consigliere dimesso con la carica di Presidente il Sig. Fabrizio Miracolo … 2) di confermare che la durata di carica per il suddetto Consigliere nella qualità di Presidente sarà pari agli attuali membri di tale Consiglio».
«Senza considerare – spiega ancora Del Ghingaro – che il Comune di Camaiore ha una partecipazione azionaria pari al 2,63% del capitale sociale di Sea Ambiente. Quindi non solo non c’era nessun titolo a condividere la nomina ma se anche Del Dotto volesse impugnarla, la Legge, glielo vieterebbe perché per farlo il Codice Civile prevede una percentuale superiore a quella che non ha».
Ai soci, infatti, per esprimere un dissenso su una nomina e quindi per impugnare la delibera dell’assemblea, il Codice Civile (Art. 2377 c.c.) richiede espressamente che essi rappresentino almeno il 5% del capitale sociale.
«Mi chiedo – conclude Del Ghingaro -: ma l’avvocato e sindaco Del Dotto ha letto con la dovuta attenzione gli atti? Si è reso conto che questa non è una prima nomina ma una sostituzione?»

Riferimenti di legge:
Art. 2377 c.c.
Art. 16 dello Statuto di Sea Ambiente s.p.a., l’Assemblea “integra il Consiglio con il numero dei componenti mancanti provvedendo alle relative nomine. Gli amministratori così nominati scadranno con quelli in carica”.
Patti Parasociali intercorsi tra Sea s.p.a., Comune di Viareggio e Comune di Camaiore, accordo sottoscritto tra le parti in data 30.09.2005, art.: «2. Il Presidente e il Vice Presidente sono scelti tra i membri espressione del Comune di Viareggio” e che “6. qualsiasi onere legato alla sostituzione e/o cessazione dalla carica dei Consiglieri graverà esclusivamente sulla Parte che il ha designati”»

 

ALLERTA METEO: IN ARRIVO TEMPORALI, ANCHE FORTI, SU TUTTO IL TERRITORIO DI VIAREGGIO

Allerta meteo di tipo arancione per tutto il territorio di Viareggio: una forte perturbazione si sta infatti avvicinando dal Mediterraneo centrale e interesserà le nostre latitudini a partire dal pomeriggio di domani, domenica e per le successive 24 ore.
La sala operativa unificata della Protezione civile regionale ha emesso quindi un avviso di criticità regionale valido dalle  15 di domenica  13 settembre alle 16 di lunedì 14 settembre 2015.
Saranno possibili forti temporali, anche persistenti, dal pomeriggio di domenica: dalla mattina di lunedì è prevista una graduale attenuazione dei fenomeni a partire dalle zone nord-occidentali.
Preallertate anche le associazioni di protezione civile: a scopo precauzionale, nel pomeriggio di ieri sono state controllate le idrovore presenti sul territorio cittadino.
Si ricorda che per comunicare i messaggi di allerta si segue un sistema basato sul codice colore in una scala di allertamento, condivisa a livello nazionale ed europeo, che va dal verde (nessuna criticità) al giallo, all’arancione e al rosso. Il colore è assegnato sia in base alla probabilità di accadimento dell’evento che dei possibili impatti.
I diversi colori comportano una diversa attivazione del sistema di protezione civile e suggeriscono diversi comportamenti di autoprotezione da parte dei cittadini.
Il livello di allerta arancione prevede fenomeni più intensi del normale pericolosi per cose e persone.
Sui rischi e le norme di comportamento da tenere si prega di visionare la pagina www.regione.toscana.it/allertameteo/rischi-e-norme-di-comportamento
Per informazioni ed emergenze chiamare 0584.46543 (Polizia Municipale) e 0584.409811 (Protezione Civile).

About Author

Avatar

Viareggio Free World Project è nato nel Gennaio 2014, dalle ceneri dell'omonimo progetto 'Viareggio Free World'.

Leave A Reply