Spunti di sport – Il rilancio dell’Atletico Madrid.

0

atletico

Un derby estremamente combattuto. REAL ed ATL.MADRID in campo per il loro settimo derby quest’anno non deludono le aspettative e si lasciano andare, come prevedibile, a un derby estremamente combattuto che vede per il secondo anno consecutivo la vittoria dell’Atletico, in questo caso per 2-1.
Le due squadre non hanno iniziato proprio molto bene il campionato: il REAL dopo la vittoria in casa contro il CORDOBA, ha poi perso per 4-2 contro la REAL SOCIEDAD subendo peraltro 4 goal dopo averne prima segnati due nei primi 11 minuti di gioco con Sergio Ramos e Bale; l’ATL.MADRID, invece, dopo il pareggio a reti bianche nella prima giornata contro il RAYO VALLECANO, ha poi battuto di misura in casa il neo promosso EIBAR per 2-1.

Andiamo a scoprire insieme le formazioni ufficiali.
REAL MADRID (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Ramos, Pepe, Coentrao; Kroos, Modric, James; Bale, Cristiano Ronaldo, Benzema.
ATLETICO MADRID (4-4-2): Moyá; Juanfran, Miranda, Godín, Siqueira; Gabi, Tiago, Koke, Raúl García; Raúl Jiménez, Mandzukic.

A dirigere l’incontro il signor MATEU LAHOZ, arbitro spagnolo fortemente apprezzato dall’ex tecnico dei blancos, JOSE MOURINHO, in quanto interpretava il gioco all’inglese.

Ricordiamo che per l’Atl.Madrid è squalificato il tecnico Diego Pablo Simeone; in panchina il vice Burgos.

Al 10° minuto del primo tempo gli uomini di Simeone passano in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Tiago di testa, liberatosi di Benzema, insacca sul primo palo, con Casillas sembrato piuttosto bloccato al momento del goal. Si conferma così la tendenza del Real a soffrire sulle palle inattive. Il Real sembra non subire la mazzata psicologica del goal subito dopo pochi minuti, con un Cristiano Ronaldo assoluto protagonista. Al 14° un tiro violento del giocatore portoghese calciato dal limite dell’area con il collo esterno del piede, finisce di pochissimo alto; un minuto dopo crossa per Rodriguez, il quale tira il pallone anche in questo caso poco sopra la traversa. Al 23° Real ancora pericoloso con una bellissima punizione di Gareth Bale, con il portiere Moya autore di una bellissima parata. Al 25° arriva il pareggio degli uomini di Ancelotti. Cristiano Ronaldo si fa abbattere in area dall’ex giocatore dell’Udinese, Siqueira:per l’arbitro Lahoz è calcio di rigore. Ronaldo dal dischetto non sbaglia. 1-1. Nel frattempo da sottolineare dei fischi nello stadio nei confronti del portiere del Real, Casillas, da parte di una frangia dei propri sostenitori.
Dopo il goal del pareggio, il Real comincia ad assumere maggiore coraggio, andando a prendere il comando delle operazioni: l’Atletico sembra aver subito il colpo del pareggio. Al 34° occasionissima Real: Gabi riesce a prendere il palone passaggio per Ronaldo, il quale a sua volta passa la palla a Benzema, il quae però si allunga troppo il pallone, consentendo a Moya di poter recuperare il pallone. Al 40° ancora bravissimo Moya a deviare un pallone che Benzema aveva calciato nell’angolino dopo aver ricevuto il cross dal solito Ronaldo. Il primo tempo si chiude così con REAL e ATL.MADRID ferme sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa, cambia completamente partita: se dopo il pareggio avevamo visto un REAL padrone del campo con un ATL.MADRID estemamente timoroso, nela ripresa assistiamo a una crescita dell’ATLETICO legato a un calo di ritmo del REAL. Tra il 61° e il 64° minuto, ecco i due cambi dell’ATL.MADRID che decideranno la partita: fuori capitan GABI e JIMENEZ, dentro ARDA TURAN e GRIEZMANN.
Al 73° minuto, Atletico Madrid vicinissimo al goal: Turan fa fuori Arbeloa e il suo destro secco va vicinissimo al palo con Casillas fuori causa! Il chiaro segnale che qualcosa in casa Real non funziona, un vero e proprio campanello d’allarme, che pochissimi minuti dopo diventerà qualcosa di molto veritiero.
Andiamo al 77° minuto. Cross di Juanfran, velo di Garcia per Arda Turan, pronto a insaccare sul palo opposto rispetto a dove si trovava Casillas. 2-1 Atletico.
Il Real tenta con la forza della disperazione di riagguntare nuovamente il pari, ma senza speranze. Anzi, al 90° è l’ATLETICO a sprecare il goal del 3-1: Griezmann riesce a superare Pepe, ma a tu per tu per Casillas calcia il pallone sull’esterno della rete.

Dunque, allo stadio Santiago Bernabeu l’Atl.Madrid di Simeone batte per 2-1 il Real di Ancelotti e si rilancia in classifica andando a quota 6 punti, 3 meno del Barcellona capolista a punteggio pieno, che nel pomeriggio aveva battuto per 2-0 l’Atl.Madrid grazie a una doppietta di Neymar.
Per il Real di Ancelotti l’ennesimo campanello d’allarme, con la squadra ferma a 3 punti e a -6 dal Barca, ma al contempo la sensazione che qualcosa dovrà essere rivisto.

About Author

Avatar

Ottico-Optometrista dal 2006, e al contempo appassionato di scrittura. Autore di alcuni articoli per il sito ViareggiOk, dal 2010 gestisce nel tempo libero la pagina Facebook dei lettori del Guerin Sportivo. Dopo aver fondato nel Febbraio 2011 il blog Varie News, nel Giugno dello stesso anno crea e al contempo cura la rubrica SPUNTI DI SPORT sia per la pagina Fb sia per il blog. Da Aprile 2014 SPUNTI DI SPORT arriva sul sito Internet del GUERIN SPORTIVO

Leave A Reply