Uruguay, il paese dell’anno 2013 secondo “The Economist”. Josè Mujica il profeta.

0

pepeuruguayflag

 

“Non possiamo continuare indefinitamente a lasciarci governare dal mercato, dobbiamo cominciare a essere noi a governare il mercato”.

“Lo sviluppo deve favorire la felicità umana, l’amore per la terra, le relazioni umane, la cura dei figli, l’avere amici, l’avere il giusto, l’elementare. Perché il tesoro più importante che abbiamo è la felicità”.

(Josè Pepe Mujica, Presidente della Repubblica dell’Uruguay dal 1° Marzo 2010)

Per vedere il suo più celebre discorso alle Nazioni Unite: LINK

 

 

Lontanissimi anni luce dalle attuali prospettive occidentali, l’America Latina continua a dare lezioni di solida cooperazione continuando a lanciare ripetuti input di alternativa al neoliberismo.
 “Modesto ma audace, liberale e amante del divertimento” sono queste le, forse inaspettate, parole utilizzate dalla rivista economica britannica “The Economist” per descrivere l’Uruguay. La bibbia per tanti neoliberisti ha nominato Paese dell’anno 2013 il piccolo pianeggiante paradiso da tre milioni di abitanti per l’esempio dato che può fare da traino a molti paesi del Mondo. Dopo essere stati tra i primi ad aver legalizzato il divorzio (1913), le recenti politiche interne dell’88enne Presidente uruguayano Josè Mujica hanno aperto a nuovi inimmaginabili scenari con coraggiose decisioni: legalizzazione dei matrimoni omosessuali e regolamentazione (con distributore gratuita da parte dello Stato) dell’uso ricreativo della canapa. 
Se il primo dei due provvedimenti ha abbattuto le discriminazioni, il secondo è considerato come un vero e proprio affronto ai narcotrafficanti internazionali con l’obiettivo di abbattere i fenomeni di micro e macro criminalità collegati alle sostanze stupefacenti.  “La tossicodipendenza è una malattia, mai confondere con il narcotraffico”. La nuova sfida di Pepe “l’asceta”, è quella di insegnare ai giovani a consumare correttamente la cannabis per diminuirne gli effetti e limitarne i danni (con una campagna di sensibilizzazion in sinergia con il segretario generale del Consiglio Antidroga Nazionale  Julio Calzada). Tra i consigli sul corretto utilizzo si legge: evitare di fumarla per non danneggiare i polmoni ma inalarla vaporizzata o consumarla con cibi.
Una grande sfida che fa presagire un cambiamento di rotta per altri paesi su certe difficili tematiche, cavalcando anche i recenti appelli di importanti personalità mondiali le quali chiedono una completa revisione dell’approccio sul tema delle droghe (lo slogan “Stop war on Drugs”).

 

 

 

About Author

Avatar

Matteo Provvidenza è nato 25 anni fa a Viareggio. Nel Maggio 2012 ha fondato e redatto il blog di informazione indipendente 'Viareggio Free World' fino al Luglio 2013. Attualmente è redattore principale e fondatore di VFW Project, nato dalle ceneri del precedente, il quale si sta rivelando punto di riferimento per l'informazione indipendente locale.

Leave A Reply